Read Letter to Patience by John Haynes Free Online


Ebook Letter to Patience by John Haynes read! Book Title: Letter to Patience
The author of the book: John Haynes
ISBN 13: 9781854114129
Language: English
Format files: PDF
The size of the: 873 KB
City - Country: No data
Loaded: 2281 times
Reader ratings: 4.5
Edition: Seren
Date of issue: November 1st 2006
ISBN: 1854114123

Read full description of the books:



La terza rima
Inizia con una forte ambizione il poemetto di John Haynes: la rima dantesca, che in inglese, lingua molto più flessibile nei suoni e per questo meno versatile alla rima, è stata provata da pochissimi (ricordo una manciata di sonetti, Shelley ad esempio, ma forse solo Walcott sulla distanza). In ogni caso, da nessuno portata a tali estreme conseguenze in quella lingua: non sono solo infatti le terzine a intrecciarsi, ma anche le divers sezioni fra di loro, continuando a rimare anche di canto in canto fino al cinquantaduesimo e ultimo. Cinquantadue canti, specifichiamo, ben più brevi di quelli della Commedia (vanno dai tre versi del più corto alla sessantina del più lungo), ma che comunque donano la grazia della compattezza a un nucleo tematico che continua a spostare l’asse della propria attenzione.
Haynes è tuttavia solerte in questo recupero: al di là della metrica fissa (pentametro giambico, consueto correlativo dell’endecasillabo, ma in realtà con più di un'irregolarità), da una parte c’è il virtuosismo della scelta, dall’altra l’estrema novità del suo modo di usarla, tra enjambement vertiginosi, phrasal verbs spezzati e parole troncate nel mezzo.
La prodigiosa fine del quarto canto come esempio è tra i tanti possibili:
[…] Dad’s has-been

ancestors whose Drakes clinked in Afrik
banjo gut as if their fingering
might just retune the sun’s own rays to pick

out human intervals along a string
and fret, just like the ancient profs, with skin
almost as dark, who made the numbers sing

for young Pythagoras when he sat in
their bars - like yours - drunk to the selfless essence
floating from his body like a djin

in timeless now. Exactly now, Patience,
I too want to make all Africa narrow
to a mud walled bar- There’s arrogance.

Poemetto epistolare?
Inizia in realtà con diverse forti ambizioni sovrapposte: dopo aver vissuto per diciotto anni in Nigeria come insegnante d’inglese ed essere poi tornato nella natia Inghilterra, l’autore decide di scrivere una lettera alla vecchia amica Patience. La lettera, si sarà capito, è questo poemetto, che in realtà è ben lontano dai paradigmi della narrazione epistolare. Anzi, a ben guardare, è ben lontano dal concetto di narrazione di per sé. Come già detto, l’attenzione non si rivolge a un solo tema, anzi, ogni canto è in sé autocompiuto ed è legato agli altri, oltre che dalla rima, solo dalla presenza di Patience e dallo sfondo africano: la prima è comunque quasi sempre fantasmatica. A lei c’è raramente un riferimento diretto, se non nel primo canto (l’unico vagamente epistolare, non a caso), nell’ultimo e in un paio nel mezzo. Ma sappiamo che è lì, sappiamo che lei è il vero destinatario di questo lavoro, o quantomeno fingiamo di crederci fintanto che il nostro inconscio ce lo permette, ben sapendo che non c’è destinatario migliore del lettore: ma è d'altronde in questo conflitto irrisolto che risiede molto del fascino. L’Africa poi, sull’Africa il discorso è ben più articolato.

Nigeria
La Nigeria, nella mia memoria di trentenne, venne scoperta la prima volta nel 1994 grazie a Jay-Jay Okocha e compagni. Contro di loro fu la partita a eliminazione diretta più sudata e sofferta della nostra nazionale in quell’infausto mondiale, almeno fino alla finalissima. Non c’entra nulla col poema, ma il me ottenne che vide quella nazionale di perfetti sconosciuti dare battaglia e sputare sangue contro Baggio, Albertini e Maldini (ma in quel caso senza Baresi) fu una rivelazione, e da allora un po’ di Nigeria è nel mio cuore. La Nigeria di Haynes è però ben diversa: anche qui c’è gente che corre con una palla (di rugby, in realtà), ma lo fa con taniche di petrolio a far da porta. E le capanne di fango, l’HIV, gli aborti spontanei, la malnutrizione, gli stupri, le birre di quart’ordine: e soprattutto la violenza coloniale da cui tutto questo origina. Sembra proprio un quadretto d’anticartolina come da stereotipo, ma la voce di Haynes non assolve e non condanna nessuno, si fa forte dell’esperienza vissuta e descrive pezzi di memoria che prendono vita. Ed essendo la vita l’esatto opposto dello stereotipo, è evidente, Haynes ha ragione. E basterebbe d'altronde leggere un qualsiasi canto di questo intensissimo lavoro per rendersi conto che ci troviamo di fronte a un naturalismo mirabolante lontano da ogni cliché.

Qualunque cofa fucceda lui paffa
La pretesa lettera a Patience è scritta da Haynes, nella finzione poetica, in una notte: inizia all’una del mattino e finisce con il verso: “Love, I’ve got to get up now and dress.” Anche qui il richiamo a Dante sembra molteplice e condensato in una dimensione più umana: dalla settimana della Commedia alla semplice notte, la chiusura non è più l’inno all’amore come motore dell’universo ma è in sordina, è un amore fraterno che le azioni quotidiane portano, per necessità, a trattare solo nelle rare ore libere (anche a costo di toglierle al sonno).
Ma anche all’interno della “narrazione” il tempo è portante e il suo continuo passare è spesso sottolineato, in maniera mirabile nel primo canto, dove i mondi lontani d’Inghilterra e Nigeria sono uniti dallo stesso fuso orario. Per tutto il poema, poi, la memoria scivola e si condensa in un “adesso” in costante espansione, senza per questo inghiottire il poeta in un flusso caotico di ricordi. Anzi, la precisione schematica con cui tutto è intavolato alla perfezione, con cui tutto combacia ha del clamoroso. Ecco allora che si torna alla terza rima: tutto qui ha il meccanismo di un orologio, e al panico per l’inesorabilità delle lancette si sostituisce presto la seduzione di fronte a questa capacità sbalorditiva di regolare qualcosa che è più grande di noi.


Download Letter to Patience PDF Letter to Patience PDF
Download Letter to Patience ERUB Letter to Patience PDF
Download Letter to Patience DOC Letter to Patience PDF
Download Letter to Patience TXT Letter to Patience PDF



Read information about the author

Ebook Letter to Patience read Online!


Reviews of the Letter to Patience


MAX

This book changed my life!

AUSTIN

On one Breath

FRANCESCA

One of the best books

RONNIE

You want to waste your time? This book fits perfectly.

MARYAM

All right, quick download.




Add a comment




Download EBOOK Letter to Patience by John Haynes Online free

PDF: letter-to-patience.pdf Letter to Patience PDF
ERUB: letter-to-patience.epub Letter to Patience ERUB
DOC: letter-to-patience.doc Letter to Patience DOC
TXT: letter-to-patience.txt Letter to Patience TXT